T.A.C. Multislice
La Tc è una tecnica radiologica, non invasiva, che prevede l'impiego di radiazioni ionizzanti per la formazione di immagini diagnostiche caratterizzate da un elevata risoluzione spaziale.

Le immagini assiali ottenute, mediante softwere dedicati, possono successivamente essere rielaborate al fine ottenere ricostruzioni in altri piani (coronale e sagittale), MIP e 3D; questo aspetto costituisce un importante vantaggio sia negli esami senza mezzo di contrasto sia contrastografici.

La Tc è costituita da una grande struttura ad anello orizzontale, chiamato tecnicamente Gantry, provvisto di un ampio foro al cui interno si muove il lettino porta-paziente durante l'esecuzione dell'esame.

Il Gantry contiene il tubo radiogeno, per l’emissione dei Raggi X, che ruota opposto al sistema di rilevazione (detettori) delle radiazioni emergenti dl corpo del paziente.

In pratica il fascio radiante viene attenuato dal corpo del paziente, ed in particolare, i diversi distretti corporei e le diverse strutture che caratterizzano la sezione anatomica di interesse attenuano il fascio in modo differenziale: questo fornisce i dati utili per la produzione delle immagini da parte di un'elaboratore (computer).

Una indagine TC viene generalmente richiesta per chiarire dubbi diagnostici rilevanti, ai quali esami preliminari più semplici, radiografie ed ecografie, non sono riusciti a fornire una risposta definitiva.

L'esame è totalmente indolore, il paziente avvertirà solo un rumore molto leggero derivante dal funzionamento dell'apparecchiatura e la percezione del movimento del lettino.

La durata degli esami varia dai 5 ai 30 min a seconda della tipologia e dall'indicazione o meno al mezzo di contrasto.
Solo se dovete fare una Tc addome vi sarà chiesto di bere dell’acqua pura o del liquido (Gastografin o Pronto Bario Tac) e di attendere circa 20-30 minuti dall’assunzione, per definire meglio l’intestino ed aver una migliore visualizzazione e distinzione dei visceri addominali.
Le indagini TC da noi effettuate comprendono esami neuro, body ed osteoarticolari, con integrazioni di ricostruzioni MIP e in 3D.

ESAMI SENZA MEZZO DI CONTRASTO

• Tc Cranio
• Tc Orbite
• Tc Rocche Petrose e Mastoidi
• Tc Massiccio Facciale
• Denta-scan (3D)
• Tc Ghiandole Salivari
• Tc A.T.M. Basale e Dinamica Bilaterale
• Tc rachide Cervicale
• Tc Rachide Dorsale
• Tc Rachide Lombosacrale
• Tc Rachide Sacro-coccige
• Tc Rachide in Toto
• Tc Collo
• Tc Scapolo-omerale
• Tc Braccio
• Tc Gomito
• Tc Avambraccio
• Tc Polso e Mano
• Tc Torace
• Tc Torace HR
• Tc Torace x Coste
• Tc Sterno
• Tc addome Superiore
• Tc Addome Inferiore
• Tc Addome Completo
• Tc Torace Addome e Pelvi (Total Body)
• Tc Cranio Collo Torace e Addome Completo (Total Body)
• Tc Bacino x Art. Sacroiliache
• Tc Bacino x Art. coxo-Femorali (Anca Dx e Sin.)
• Tc Coscia
• Tc Ginocchio
• Tc Articolazione Femoro-Rotulea, calcolo TA-GT
• Tc Gamba
• Tc Piede e Collo Piede
ESAMI CON MEZZO DI CONTRASTO
Il mezzo di contrasto è una sostanza iodata, non ionica, idrosolubile che viene iniettata per via endovenosa tramite un agocannula.
Esso altera il contrasto di un organo, di una lesione, in modo da rendere visibili dettagli che altrimenti risulterebbero non apprezzabili.

Il loro utilizzo è generalmente necessario nello studio dei parenchimi e indispensabile nelle indagini vascolari.
Il paziente dovrà fare degli accertamenti di routine, indicati sul modulo di preparazioni esami, che verranno poi visionati dall'Anestesista durante il colloquio che precede l'esame al quale il paziente dovrà presentarsi a digiuno da almeno 6 ore.

E importante segnalare allo staff le seguenti condizioni:

✓Diabete e terapia con metformina;

✓ eventuali pregressi episodi di reazioni avverse al mezzo di contrasto, o la presenza di eventuali allergie (stagionali, alimentari, a farmaci ed in particolare allo Iodio).

✓insufficienza renale.
Per una corretta esecuzione dell'esame è importante raccogliere tutta la documentazione clinico-diagnostica del paziente (cartelle cliniche, esami strumentali, risultati di visite specialistiche, lettere di dimissioni ospedaliere); se il paziente ha già fatto in precedenza altri esami T.A.C è inoltre indispensabile che esibisca l’ultimo controllo per poter effettuare un confronto dei reperti eventualmente già evidenziati.

L'esame consiste nell'acquisire immagini in diverse fasi post infusione di m.d.c. durante le quali potrà essere chiesto al paziente di collaborare con gli atti respiratori.

• Tc Celebrale con M.D.C.
• Tc Massiccio Facciale con M.D.C.
• Tc Orecchio con M.D.C.
• Tc Ghiandole Salivari con M.D.C.
• Tc Collo con M.D.C.
• Tc Arto Superiore con M.D.C.
• Tc Torace con M.D.C.
• Tc Torace HR con M.D.C.
• Tc Torace Addome e Pelvi con M.D.C.
• Tc addome Superiore con M.D.C. (Studio Trifasico)
• Tc Addome Inferiore con M.D.C.
• Tc Addome Completo con M.D.C.
• Tc Total Body con M.D.C
• Uro TC
ANGIO T.A.C
L'angio-TC è un comune esame con il mezzo di contrasto mirato allo studio selettivo dei vasi sanguigni.
La preparazione è analoga a quella necessaria per qualsiasi esame con mezzo di contrasto, quindi è necessario ed effettuare le analisi del sangue di routine e rispettare il digiuno la mattina dell’esame.
L’Angio TC permette di determinare la presenza di stenosi dei vasi, la presenza di calcificazioni che causano ostruzione,di diagnosticare casi di dissecazione aortica, aneurisma aortico oppure l'agenesia dei vasi.
• Angio Tc Intracranica
• Angio Tc dei Vasi sovraortici
• Angio Tc dell’Arco Aortico
• Angio dell’Aorta Toracica
• Angio Tc delle arterie polmonari
• Angio Tc della Vena Cava superiore
• Angio Tc dell’aorta addominale e delle arterie iliache
• Angio Tc arti inferiori
Colonscopia Virtuale
La colonscopia virtuale è una metodica diagnostica, simile all’endoscopia del colon (colonscopia), che utilizza una navigazione virtuale all’interno del lume intestinale.
I dati necessari ad un esame di colonscopia virtuale sono derivati da un’acquisizione TC addome-pelvi dopo introduzione di aria per via trans-rettale e ricostruiti al computer con un software elettronico dedicato.
Come nell’endoscopia tradizionale viene valutata la superficie mucosa del colon (mediante visualizzazione dall’interno), ma a differenza di essa non è possibile effettuare prelievi bioptici o asportare polipi.

I vantaggi della colonscopia virtuale:

• minimamente invasiva e ben tollerata dal paziente
• di rapida esecuzione e non limitata da tutte quelle condizioni cliniche ed organiche che controindicano o inficiano l’esecuzione di una colonscopia tradizionale completa.

Indicazioni all'esame:

1. L’indicazione principale della colonscopia virtuale è rappresentata dal completamento dello studio del colon nel caso in cui la colonscopia tradizionale sia risultata incompleta per esiti aderenziali post-chirurgici, per anomalie anatomiche o intolleranza del paziente.
2. Rappresenta una valida alternativa se le condizioni cliniche del paziente controindicano la colonscopia tradizionale (Allergia all’anestesia, coagulopatia severa, insufficienza respiratoria).
3. Può valutare i tratti colici a monte di ostacoli invalicabili per l’endoscopio (neoplasie steno-ostruttive) ed individuare eventuali lesioni sincrone (polipi/neoformazioni in altre sedi del colon).
4. Nel caso di neoplasia colica dimostra l’estensione extracolica (infiltrazione di parete, metastasi linfonodali e parenchimali), informazioni fondamentali nella stadiazione preoperatoria.
5. La colonscopia virtuale può essere proposta come metodica di screening nei soggetti oltre i 50 anni di età con familiarità per carcinoma colon-rettale (parenti di primo grado di soggetti affetti da carcinoma), o nei controlli a distanza di pazienti sottoposti a pregressa polipectomia endoscopica o intervento chirurgico per neoplasia colon-rettale.

LE INDICAZIONI ALLA COLONSCOPIA VIRTUALE DEVONO COMUNQUE ESSERE VAGLIATE AD OGNI SINGOLO ESAME IN STRETTA COLLABORAZIONE TRA MEDICO RICHIEDENTE E MEDICO RADIOLOGO.

Prima dell’esame
Il paziente può essere sottoposto all’esame solo dopo aver ottenuto un’adeguata pulizia intestinale. In fase di prenotazione verranno fornite tutte le indicazioni utili ed un modulo di preparazione all’esame di colonscopia virtuale con TC.

L'esame
Il paziente viene fatto accomodare sul lettino della sala TC e attraverso il retto viene introdotto un catetere attraverso cui viene insufflata aria sino a distendere adeguatamente il colon onde valutare con la massima accuratezza le anomalie di parete (1000-1.500 cc di aria) e comunque rispettando la tolleranza del Paziente.
Le scansioni TC sono condotte in apnea respiratoria della durata media di 10-15 sec nei decubiti supino e prono.
L’utilizzo di entrambi i decubiti permette di ottenere una differente disposizione dell’aria nei vari segmenti intestinali e la mobilizzazione nelle sedi declivi del contenuto fluido e/o dei residui fecali.
L’impiego di farmaci spasmolitici per via endovenosa (Buscopan) prima dell’acquisizione è utilizzato in assenza di controindicazioni per rilassare la muscolatura intestinale e la distensione del colon ed aumentare la tolleranza all’esame.

Dopo l'esame
Le immagini ottenute verranno inviate ad una “stazione di lavoro” (computer) dove un programma specifico di endoscopia virtuale permetterà l’analisi da parte del medico radiologo del lume intestinale in varie proiezioni e con le immagini 2D e 3D verranno esaminati i parenchimi, le cavità addominali e i vasi del distretto ad domino-pelvico.
Il paziente potrà riprendere le sue normali attività.